13 gennaio 2016

"Life and Death" di Stephenie Meyer

Buongiorno amici lettori!
Oggi recensione super speciale (adoro le ridondanze...)! 
Domani esce per Fazi Editore l'edizione speciale per il 10 anniversario di Twilight. Prima di tutto... OH MIO DIO!!! 10 anni??? Devo ancora riprendermi da questa notizia! Ma andiamo avanti. Dieci anni fa incontravamo il mondo di Bella e Edward. Per questo anniversario Stephanie Meyer ha deciso di fare un piccolo regalo ai suoi lettori e di pubblicare Life and Death, che non è la tanto chiacchierata visione della storia da parte di Edward, ma una rivisitazione del romanzo. E non finisce qui. Perché l'edizione dell'anniversario è una doppia versione, da un parte del volume troverete Twilight e dall'altra Life and Death! Questa è anche la prima uscita con cui Fazi Editore inaugura la nuova collana lainya !
Insomma una piccola chicca per tutti i fans della saga e che, grazie alla Fazi, ho potuto leggere e recensire in anteprima per voi!
Ma prima come sempre ecco la scheda del libro...
 
Titolo: Life and death
Titolo originale: Life and death
Serie: Twilight saga #5
Autore: Stephenie Meyer
Editore: Fazi Editore
Collana: lainya
Pagine: 850
Ebook: € 7,99
Cartaceo: € 15,00
Data di pubblicazione: 14 gennaio 2016
Link Amazon: Life and death. Twilight

TRAMA

Nello Stato di Washington c’è la cittadina più piovosa d’America. La conoscono bene Edward Cullen e Bella Swan, i protagonisti di Twilight. Lei, dolce ragazza qualunque; lui, giovane misterioso con un segreto inconfessabile. La loro storia d’amore ha conquistato i cuori di tutti. Ma cosa succederebbe se i ruoli si ribaltassero? Se non fosse lui la creatura straordinaria, l’eroe meraviglioso dotato di capacità sovrumane ma… lei? Beaufort è un ragazzo alto e dinoccolato trasferitosi dall’Arizona. Quando incontra la bellissima Edythe, non sa che la fortissima attrazione che prova per lei potrebbe essere la sua rovina…

Spettacolare riscrittura di Twilight, Life and Death riapre le porte del piccolo mondo di Forks. Ricalcando il palcoscenico della storia d’amore più amata degli ultimi anni e ardenti di quella stessa passione che ha stregato milioni di fan in tutto il mondo, Beaufort e Edythe conquisteranno il lettore con il calore rassicurante di un’atmosfera conosciuta e la sorpresa di un finale completamente nuovo.


Ammettiamolo, anche i più avari di sentimenti non possono essere rimasti impassibili davanti alla storia di Bella ed Edward. Io non mi posso ritenere una fan accanita di questa serie, soprattutto perché il finale mi è sempre rimasto un po' indigesto, però il primo libro (e anche il primo film) mi era piaciuto tanto e a suo tempo l'ho anche riletto più volte. Quindi quando la Fazi mi ha proposto questa anteprima sono stata molto felice di accettare.
Prima di leggere il romanzo ho letto la prefazione della Meyer alla versione riscritta, cosa che vi consiglio di fare perché ci da il motivo di questa edizione così particolare. Tutti un po' ci aspettavamo la tanto agognata Midnight Sun, cioè la rilettura della storia dal punto di vista di Edward. Beh, temo che ci dovremo mettere una pietra sopra. Però per questo anniversario la Meyer ha deciso di rispondere ad una piccola critica che le è stata fatta, cioè che Bella incarnava la classica fanciulla in pericolo salvata dal bel tenebroso. Insomma le si è rimproverato di essere caduta in un cliché vecchio come il mondo. La scrittrice ha invece sempre sostenuto che il romanzo avrebbe avuto successo e avrebbe funzionato a prescindere dal sesso dei protagonisti, anche ad esempio se l'essere umano in pericolo fosse stato maschio e il vampiro forte e potete femmina. Quale migliore occasione per mettere in pratica questa teoria? E così eccoci arrivati a Life and Death che ripercorre passo passo le vicende di Twilight ma a ruoli invertiti (e vale per tutti i personaggi, tranne Charlie e Renè). Beaufort si trasferisce dall'Arizona a Forks per andare a vivere con il padre Charlie. Qui incontra la bella e misteriosa Edythe Cullen, una ragazza strana e particolare, dal fascino magnetico da cui inizia ad essere ossessionato. Naturalmente Edythe non è una semplice ragazza: lei e la sua famiglia nascondono un segreto che potrebbe costare la vita a Beau.
Come vedete la storia è in tutto e per turno Twilight. Fidatevi, leggendo vi ritroverete a casa e anche frasi lette tempo fa  e che credevate perse nei meandri della vostra memoria riaffioreranno in un vago senso di deja vù. Ed è bello rivive quelle vicende, ripercorrere la strada che ci ha poi portato a tutti gli eventi successivi. Certo in questo caso abbiamo un ostacolo in più, ossia collegare i vari personaggi al loro ruolo nella storia. Se con Beau ed Edythe è facile (umano in pericolo lui, vampira lei) con gli altri il meccanismo non è così immediato anche se l'autrice ha usato nomi che rimandavano a quelli della prima versione, così l'algida Rosalie diventa Royal, la cara Alice Archie, il forzuto Emmett Eleanor. Insomma è un piccola danza di nomi e ruoli in cui bisogna entrare e capire la logica . Ad una mente attenta il trucchetto è semplice ed immediato, tuttavia, non so voi lettori, io ogni tanto mi lascio trascinare dalla lettura e non riesco ad essere così fredda e lucida e la logica va  farsi benedire. Così più di una volta leggendo confondevo questi personaggi con quelli originali di Twilight, quindi Beau per un momento tornava ad essere Bella, Edythe prendeva le fattezze di Edward e così via. E' una situazione in cui immaginavo fin dall'inizio di cadere anche perché il primo libro della serie l'ho letto diverse volte e quindi lo conosco bene.
E' stato bello rileggere nuovamente Twilight, anche se in questa versione rimaneggiata, perché è stato proprio come fare un salto nel tempo, in quel momento in cui si iniziava a parlare di questo libro e vedevo in treno le adolescenti con il naso immerso tra le sue pagine, in cui Edward faceva sospirare tutte (adolescenti e no, dai signore ammettiamolo...) e tutte invidiavamo a Bella l'essere tanto ragazza normale e speciale insieme.
Ma... si c'è un ma... siamo sicuri che la storia sarebbe andata proprio così se l'umano fosse stato maschio? Uhm... La stessa Meyer in realtà si è posta il problema tanto che ci ha dato un finale nuovo e particolare, che in qualche modo risponde con un no  e con un si a questa domanda. E' un finale che in qualche modo mi aspettavo ma che ha saputo anche stupirmi per la sua idea di inizio e fine... Ovviamente io non vi dirò nulla di più, ma posso darvi un suggerimento: leggete Life and Death con una visione più ampia della storia, pensando alla saga nel suo complesso!
Se siete fans accaniti della saga, se conoscete le battute dei protagonisti a memoria, se sperate che prima o poi un bel vampiro tenebroso si affacci alla vostra finestra, considerate Life and Death come un regalo, un piccolo gioco in cui Stephanie Meyer si è cimentata per darci una volta in più la possibilità di andare a Folks, di percorrere i corridoi affollati di studenti della scuola e di perderci tra i boschi alla ricerca della radura di Edward e Bella. Se invece aprite queste pagine per la prima volta fortunati voi, avrete la possibilità di conoscere da zero Edward/Bella e Edythe/Beau e di farvi conquistare dalle loro storia d'amore!

Voto

Alla prossima


La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

11 commenti:

  1. Veramente questa volta non riesco a capire il senso della riscrittura che non sia quello economico. Ho letto twilight e l'ho amato, ma non riesco a trovare una motivazione x leggere questo libro. Una nuova storia l' avrei capita e letta, questa no.
    Sono troppo severa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non troppo severa! In realtà è una critica che ho letto un po' in giro. Io della Meyer ho letto sia tutta la saga sia L'ospite che reputo sinceramente superiore a Twilight. Sinceramente non so s sin questi anni lei abbia scritto altro che magari non sia andato oltre la pubblicazione americana. Di certo, ora i suoi lettori chiederanno altro! ;)

      Elimina
  2. Aspettavo questa recensione e la tua impressione così positiva mi fa proprio venire voglia di leggere questo libro!

    RispondiElimina
  3. Io ho letto twilight, qualche anno fa, ma l'ho trovato un po lento... in alcuni punti noioso, infatti x questo motivo sono combattuta sul leggere il seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo nella recensione a me il primo era piaciuto tantissimo, dal secondo in poi il mio entusiasmo si è smontato. Quindi se non ti ha convinto il primo ti sconsiglio proprio di continuare... ;)

      Elimina
  4. Io ormai sono fuori da questo genere di libri.. Ho amato tantissimo twilight, ma gli anni sono passati e i gusti cambiano.
    On ogni caso sembra interessante come storia, ma non capisco perché l'autrice debba continuare sempre sullo stesso tema...
    Per me dovrebbe iniziare a scrivere qualcosa di diverso.
    Come dice Lea mi pare che il tema twilight venga girato e rigirato fino a trizzarci tutti i soldi possibili. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai ragione, ci vuole anche qualcosa di nuovo. Io avevo letto L'ospite e mi era piaciuto molto, soprattutto perché lo avevo trovato più "maturo" rispetto a Twilight. Chissà se con questa nuova ondata di notorietà la Meyer venga spinta a scrivere altro...

      Elimina
  5. Lo leggerò non appena mi arriva.. sono quasi emozionata ahahahah :) La saga di Twilight mi ha accompagnata in un periodo difficile per cui ci sono particolarmente legata.. Mi sembrerà di fare un salto nel passato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente farai il salto nel passato! ;)

      Elimina
  6. È vero.. Mi ero scordata di l'ospite. Concordo: la scrittura era molto più matura e la trama ci mette di fronte a molte domande sul genere umano e non.
    Dovrebbe riscrivere un libro appassionante come quello! ;)
    Peccato per il film che purtroppo non gli ha reso giustizia

    RispondiElimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^