Chi ben comincia...#1

Buongiorno lettori!
L'altra settimana ho scoperto questa bella rubrica ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri (se non lo conoscete andate perchè è un bellissimo blog!) e ho pensato di proporla anche a voi!


Ecco le regole da seguire:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria.
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Aspettate i commenti :)

Il libro che ho scelto per iniziare è un libro di qualche annetto fa scoperto in modo curioso. Ero a Ravenna, dove andavo all'Università, e dovevo aspettare il treno per tornare a casa (c'erano dei buchi di orario paurosi! ma va bhè...), pioveva a dirotto e cosa ho fatto? Sono entrata in libreria naturalmente. Gironzolando vedo questo libricino e mi innamoro della storia, lo giro...azz, non avevo abbastanza soldi dietro! Niente, sarà per la prossima! Ma da stupida non mi sono segnata nome e titolo. La volta dopo torno in libreria e ovviamente avevano girato tutti i libri per far spazio ai nuovi arrivi, giro per un'ora ma niente, non lo trovo (e francamente non ho avuto il coraggio di chiedere "Sa ho visto un libro, su quello scaffale, una settimana fa, ma non ricordo né autore né titolo"...mi sarei presa per pazza da sola!). Ebbene, passano cinque anni, vado a Bologna per consegnare la tesi alla mia relatrice, passo davanti ad un mercatino di libri e cosa vedo...il mio libro! E ditemi se questo non è destino!
Ma veniamo a noi...

"Penelope per gioco"
di Caterina Bonvicini
ed. Einaudi

"Sono cresciuta a Versailles. Al tempo di Luigi XV, ai bambini non era permesso abitare a Versailles. Io ho avuto questo privilegio per una coincidenza, ho avuto la fortuna di crescere a Corte grazie a uno scherzo. Non mi consideravano una bambina, ai loro occhi ero un gioco, un adulto in miniatura. Solo io mi consideravo una bambina ed ero felice, giocavo, mi sentivo un gigante, osservavo gli adulti e sfogavo la mia curiosità".

Ecco qui! E' un libro curioso, che fa incontrare i due protagonisti a distanza di secoli!
Spero che queste poche righe vi incuriosiscano!

Alla prossima 
Eliza

CONVERSATION

6 commenti:

  1. ok, giochiamo...
    premetto che non conosco il libro, nel suo compleso l'incipit é interessante, apre uno scenario completo in poche righe. tecnicamente trovo debole ripetere Versailles due volte in dieci parole, stessa cosa direi per "ho avuto" "ho avuto"
    alla prossima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo! Il "Versailles" ripetuto scricchiola subito, invece l'"ho avuto" quasi regge o almeno passa più liscio!
      :)

      Elimina
  2. Beh ti dirò che mi intriga molto, soprattutto per via dell'ambientazione Versailles la reggia più affascinante d'Europa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è un libro un po' particolare, ma a me è piaciuto!

      Elimina
  3. non conoscevo il tuo blog, ti seguirò sicuramente :)

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top