Follow Us @biblio_eliza

4 marzo 2013

Recensione: Anna vestita di sangue - Kendare Blake

Buona sera lettori!
Ogni promessa è debito, ho finito Anna vestita di sangue, ed ecco la mia recensione.

Anna vestita di sangue
di Kendare Blake
ed. Newton Compton
pp. 320
€ 12,90
Trama
Suo padre lo faceva prima di essere violentemente ucciso da un fantasma che stava cercando di eliminare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame di suo padre, continua la missione: viaggia di città in città insieme a sua madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti cattivi. Quando arrivano a Thunder Bay per uccidere un fantasma chiamato dai locali "Anna vestita di sangue", Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazza posseduta da rabbia e maledizioni, uno spirito diverso da quelli che ha incontrato fino a quel momento. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata brutalmente, nel 1958. Dal giorno della sua morte Anna ha ucciso tutti coloro che hanno osato entrare nella dimora vittoriana che una volta era casa sua. Per qualche motivo però Anna non uccide Cas. E lui allora le chiede aiuto per trovare lo spirito che ha ucciso suo padre.

Recensione
Cas è un ragazzo in apparenza normale, viaggia molto con la madre, cambia spesso scuola, il padre è morto quando era piccolo. Niente di strano. Ma Cas non è un ragazzo normale: viaggia di città in città perchè ha un compito, un destino, che solo lui può adempiere, uccidere i fantasmi. Ed ecco che Kendare Blake ci presenta un mondo in cui, tra gli uomini, si muovono fantasmi che non riesco o non possono ad andare oltre e che diventano pericolosi. Tutto fila liscio come sempre finchè Cas non si imbatte nel fantasma di Anna, una ragazza uccisa nel 1958. Anna è diversa, non è un fantasma come gli altri, è terribile e dolce contemporaneamente e c'è qualcosa in lei che farà breccia nel cuore di Cas. 
Ammetto che ho fatto fatica a leggere questo libro la sera prima di andare a letto perchè sono essenzialmente una fifona. La storia vola sul filo dell'horror con qualche descrizione bella cruenta. C'è qualche scena qua e là che mi ha fatto paura ma niente di fastidioso o gratuito. Anzi. La storia è scorrevole e ha un ritmo serrato che fa venir voglia di continuare a leggere. 
Mi sono piaciuti moltissimo i personaggi, ben delineati e descritti, ognuno ha un suo spazio e un suo ruolo. Cas entra in scena come un ragazzo solo e indipendente, pronto ad adempiere al suo ruolo e a portare avanti la sua vendetta. Ma con il passare delle pagine diventa sempre più un ragazzo che vuole una vita normale, che mette in dubbio se stesso e il suo ruolo nel mondo. Tutto questo grazie ad Anna, una ragazza uccisa da...no questo non ve lo dico...nel 1958, blocca nella sua casa; Anna è contemporaneamente una terribile dea della morte, pronta a smembrare chiunque metta piede nella sua casa, e ragazza innocente, brutalmente uccisa prima di poter iniziare la sua vita. Cas e Anna si incontrano e pensano che in fondo il mondo possa andare diversamente da come credono debba andare. La loro storia d'amore, perchè di questo si tratta, è forse appena abbozzata ma è anche potente e forte come non accade in molti libri. La parte romantica della storia non è, fortunatamente, mai sdolcinata. 
Il libro mi è molto piaciuto. Ha alla base un'ambientazione horror che di solito non prediligo  ma in questo caso è ben bilanciata con il racconto, in un vero gioco di luci ed ombre.

 Voto...




Alla prossima
Eliza

6 commenti:

  1. Eliza, sono molto contenta ti sia piaciuto questo libro. L'ho recensito anch'io mesi fa, se vuoi venire a leggere i miei pensieri.
    Comunque è piaciuto moltissimo anche a me, l'ho trovato originale e ben scritto e desidero leggere il seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado subito a leggere.
      Cmq si, è verissimo, non è la solita storiella di fantasmi, a me è piaciuto come integri vari aspetti in maniera armoniosa! Chissà come sarà il seguito...^^

      Elimina
  2. Questo libro mi intriga davvero molto! Come te, sono un pò fifona e, infatti, nuoto molto lontana dall'horror di solito, ma questa storia mi ha sempre affascinata, forse anche per via della copertina che trovo fantastica, ed è in wishlist da quando è uscito. Spero di leggerlo a breve ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche io di solito gli horror li evito, ma questo è molto intrigante! Te lo consiglio...se vuoi un suggerimento per superare i momenti più paurosi io mi accoccolavo vicino al cane (scocciatissima perchè la svegliavo!)...quindi sei hai un cane, un gatto o un orsacchiotto tienili vicini, non si sa mai!^^

      Elimina
  3. Ciao Eliza bella recensione, molto intrigante... infatti mi hai fatto venire una voglia matta di leggere il libro, lo inserisco subito in wishlist ;-)

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^