Recensione: La società degli spiriti - Federica Soprani e Vittoria Corella

Buongiorno amici lettori!
Oggi vi recensisco il primo libro di una serie che mi è stata segnalata dalle autrici (che mi hanno inviato copia del romanzo) e di cui vi avevo parlato nella rubrica Anteprima di... (qui). La serie è Victorian Solstice  e il libro è La società degli spiriti di Federica Soprani e Vittoria Corella.

La società degli spiriti
 (Victorian Solstice #1)
di Fedreica Soprani  e VIttoria Corella
ed. Lite Editions
pp. 82
€ 1,99 (ebook)
Trama
Jericho è un Medium dei bei salotti. Jonas un investigatore che non crede nel paranormale. Quando Lord Kynaston viene trovato fatto a brandelli nel suo studio chiuso dall'interno, il Medium che parla con i morti e il poliziotto più scettico di Scotland Yard sono costretti a lavorare insieme loro malgrado. Dai bordelli per ricchi annoiati fino alla casa del vizio più pericolosa del West End, una detective story vittoriana oscura e sensuale.

Recensione
Londra, età vittoriana, un Medium oscuro e affascinante, uno detective di Scotland Yard in disgrazia. Ecco gli ingredienti di questo primo capitolo della serie Victorian Solstice. Un giallo intrigante e sensuale. Jericho Marmaduke Shelmardine ( e già il nome è tutto un programma) è un medium famoso nei salotti beni londinesi, sebbene dietro l'aspetto misterioso e affascinante si nascondi un passato torbido e perverso. Jonas Marlowe è un investigatore di Scotland Yard guardato con sospetto per presunto uxoricidio. Le loro strade si incontrano nel tentativo di scoprire chi ha ucciso Lord Kynaston e parte della sua servitù. Essendo il primo libro di una serie è un racconto breve, tuttavia in poche pagine concentra già molte cose: presenta i protagonisti in modo direi impeccabile, delinea  e risolve un caso misterioso e cruento, ci racconta una Londra sotterranea, fatta di personaggi strani e oscuri, dediti al laudano e ai bordelli più sordidi. Niente storiellina della buona notte, ma un vero romanzo, che ti rapisce, facendoti anche un po' girare la testa nel Casino dei perduti, e si conclude lasciandoti però ancora lì a pensare a Jericho e a Jonas. 
La lettura è scorrevole e accattivante. Le scrittrice si soffermano nei punti giusti permettendoti di assaporare l'atmosfera e di digerire anche le scene un po' più crude. Un libro da leggere tutto di un fiato. 
Solitamente dubito dei gialli, spesso noiosi e scontati, un po' alla Jessica Fletcher per capirci: la storia è quella, cambia il contorno. Invece in questo libro ho trovato una storia particolare e strana, avvincente e coinvolgente. L'unico appunto che mi viene è come viene data la soluzione del delitto (non preoccupatevi, non dico nulla!), in modo un po' frettoloso. 
Ho già pronto il secondo libro La Lega dei Gentiluomini Rossi... Sono proprio curiosa di vedere come continua questa collaborazione tutta particolare!

Voto...





Alla prossima
Eliza

Della stessa saga:
- La lega dei gentiluomini rossi

CONVERSATION

2 commenti:

  1. Davvero interessante!!! L'atmosfera mi affascina tantissimo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho accettato la recensione prima di tutto per atmosfera e ambientazione!^^

      Elimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top