Follow Us @biblio_eliza

1 novembre 2013

Libri in Tv #38

Ogni venerdì vi propongo la rubrica Libri in Tv con la quale vi propongo una guida tv personalizzata per chi come me è amante dei libri. Vi segnalerò quindi i film e i telefilm basati o ispirati a libri che andranno in onda in settimana sul digitale terrestre (gratuito!). Ogni tanto vi proporrò poi qualche segnalazione extra che mi ha particolarmente colpita o incuriosita.


Vi ricordo inoltre che con Libri in Tv collaboro con il blog La Rassegna dei libri di Francesca: sul suo blog troverete il link che rimanda alla mia rubrica televisiva, sul mio troverete ogni settimana il link diretto alla sua rubrica Rassegna dei libri (QUI trovate tutti i link delle settimane precedenti).

*le informazioni e le trame dei film sono tratte dal sito www.mymovies.it e da Wikipedia.org
le immagini sono di proprietà di chi ne detiene i diritti


Settimana dal 2 al 8 novembre 2013:

Sabato 2 novembre
- MTV, ore 19:20
O come Otello, di Tim Blake Nelson. Con Mekhi Phifer, Josh Hartnett, Julia Stiles, Rain Phoenix, Martin Sheen. Drammatico, durata 95 min. - USA 2001.

Moolto liberamente basato sulla tragedia di Shakespeare.

Odine (Phifer) è lo studente leader, bravo in tutto, specialmente nello sport, è infatti il capitano della squadra di basket. E' amato da Desi (Stiles), bellissima e figlia del preside. Lo Jago moderno sarebbe Hugo, al quale dà corpo e volto l'emergente Josh Hartnett. La storia si sviluppa, appunto, secondo Shakespeare. Hugo instilla tremenda gelosia in Odine.

- La 7, ore 21:10
Truman Capote. A sangue freddo, di Bennett Miller. Con Philip Seymour Hoffman, Catherine Keener, Clifton Collins Jr., Chris Cooper, Bruce Greenwood. Titolo originale Capote. Biografico, durata 98 min. - USA 2005.

Ricostruisce il lavoro di ricerca fatto da Capote per scrivere il suo romanzo A sangue freddo.

Kansas, 1959. Con i proventi della vendita dei diritti per il film sul libro Colazione da Tiffany, Truman Capote decide di dedicarsi per 6 anni alla stesura di unromanzo-documento, descrivendo con cinismo e freddezza l'assassinio di un'intera famiglia di Holcomb. I Clutter infatti furono sterminati da due assassini, quasi immediatamente catturati e condannati alla pena capitale.
Capote, anche grazie all'aiuto dell'amica d'infanzia Harper Lee, ha accesso ai verbali e alle foto delle indagini e riesce per lungo tempo ad avere contatti con i due assassini, in particolare con Perry Smith, per metà cherokee e per metà irlandese, ossessionato dalla cultura quanto spietato nella realtà. Apre il lato umano dell'assassino, facendosi infine rivelare i reali fatti accaduti quel giorno in Kansas.

- La 7d, ore 21:10
Molto rumore per nulla, di Kenneth Branagh. Con Denzel Washington, Kenneth Branagh, Emma Thompson, Michael Keaton, Keanu Reeves. Titolo originale Much Ado About Nothing. Commedia, durata 111 min. - Gran Bretagna 1993.

Tratto dalla commedia di William Shakeaspere.

La sceneggiatura è offerta da William Shakespeare, i luoghi da una stupenda villa sulle colline toscane in cui si dice che Leonardo dipinse la Gioconda. Gli attori provengono dall'Inghilterra e dagli Stati Uniti. Ognuno deve parlare secondo il proprio accento e, soprattutto, ci si deve divertire su un set che è un luogo di vacanza su cui intessere la trama di una festa dell'amore e della vitalità. Branagh riesce a concertare abilmente il tutto inserendo anacronismi voluti in una messa in scena rispettosa della fonte.

Domenica 3 novembre
- Rai Movie, ore 13:25
Happy Family, di Gabriele Salvatores. Con Fabio De Luigi, Diego Abatantuono, Fabrizio Bentivoglio, Margherita Buy, Carla Signoris. Commedia, durata 90 min. - Italia 2010.

Basato sull'omonimo romanzo di Alessandro Genovesi. 

Filippo e Marta hanno sedici anni e la ferma decisione di sposarsi. Marta dovrà persuadere i suoi genitori, passando sopra l'isteria della madre e l'indolenza del padre, Filippo dovrà convincere la madre ma può contare sulla benedizione del suo secondo marito, Vincenzo. Alla cena che riunisce alla stessa tavola i figli cocciuti e i parenti sballati, finisce anche Ezio, il narratore di questa storia, coinvolto da un incidente in bicicletta e convinto da un colpo di fulmine in ascensore.

- La 7, ore 14:40
La storia infinita, di Wolfgang Petersen. Con Barret Oliver, Noah Hathaway, Tami Stronach Titolo originale Die unendliche Geschichte. Fantastico, durata 92' min. - Germania 1984.

Ispirato al romanzo di Michael Ende.

Il piccolo Bastian che ha da poco perso la mamma, si rifugia nella soffitta della scuola a leggere un vecchio libro che si rivela magico; così Bastian "entra" nella storia e combatte contro il Nulla per difendere il mondo di Fantasia con l'aiuto di un drago volante e di un fanciullo guerriero. 

- Rete 4, ore 23:15
Romanzo criminale di Michele Placido. Con Stefano Accorsi, Kim Rossi Stuart, Anna Mouglalis, Claudio Santamaria, Pierfrancesco Favino. Drammatico, durata 150 min. - Italia, Francia, Gran Bretagna, USA 2005.

Tratto dal romanzo di Giancarlo De Cataldo.

Il Libanese ha un sogno: conquistare Roma. Per realizzare quest'impresa senza precedenti mette su una banda spietata ed organizzata. 
Le vicende della banda e dell'alternarsi dei suoi capi (il Libanese, il Freddo, il Dandi) si sviluppano nell'arco di venticinque anni, intrecciandosi in modo indissolubile con la storia oscura dell'Italia delle stragi, del terrorismo e della strategia della tensione prima, dei ruggenti anni '80 e di Mani Pulite poi. Per tutto questo tempo, il commissario Scialoia dà la caccia alla banda, cercando contemporaneamente di conquistare il cuore di Patrizia, la donna del Dandi.

- Rai 4, pore 23:30
The Black Dahlia, di Brian De Palma. Con Josh Hartnett, Scarlett Johansson, Aaron Eckhart, Hilary Swank, Mia Kirshner. Drammatico, durata 121 min. - USA, Germania 2006.

Dal romanzo di James Ellroy.

Lee Blanchard e Bucky Bleichert sono poliziotti nella Los Angeles del 1947. Ex pugili in categorie differenti si incontrano e si scontrano sul ring e nella vita, dove condividono una donna e un'ossessione. La prima è la bionda e raffinata Kay, compagna di Blanchard e prostituta riabilitata, la seconda è Betty Ann Short, la Dalia Nera, prostituta perduta perché assassinata e orribilmente mutilata sotto le lettere che comporranno il suo epitaffio (Hollywoodland). La ricerca dell'assassino della Dalia, braccato e scovato sotto la polvere di stelle della città degli angeli, condurrà i due investigatori lontano da qualsiasi forma di moderazione emotiva e professionale. Ombre del e dal passato e amori illeciti dal sapore necrofilo finiranno per consumarli e per determinarne la sorte, opposta come il ghiaccio e il fuoco.

Lunedì 4 novembre
- La 7d, ore 21:10
Sex and the City, 6 stagione, di Allison Anders, Nicole Holofcener, Susan Seidelman, Darren Star, Michael Fields, Matthew Harrison, Alison MacLean. Con Sarah Jessica Parker,Kim Cattrall, Cynthia Nixon, Kristin Davis, Chris Noth. Formato Serie TV, Commedia, durata 25 min. , numero episodi: 18. - USA 2001.

- Canale 5, ore 23:30
Io non ho paura,  di Gabriele Salvatores. Con Diego Abatantuono, Dino Abbrescia, Aitana Sánchez-Gijón, Giuseppe Cristiano, Mattia Di Pierro Drammatico, durata 95 min. - Italia 2003.

Basato sul romanzo di Niccolò Ammaniti.

Michele, dieci anni, vive in un paesino, anzi, proprio quattro case, della Basilicata. Con la sorella più piccola e altri amici scorrazza in bicicletta nelle stradine in mezzo al grano. A casa c'è la mamma e il papà fa il camionista, ed è uomo "tutto core". Incuriosito da una porta di lamiera vicino a una casa diroccata, Michele la apre e vede un buco, e in fondo un piede che esce da una coperta. Dopo lo spavento iniziale torna sul luogo e scopre che quel piede appartiene a un bambino come lui, biondo e delicato, quasi cieco per il buio, ridotto a una larva. Non riesce a immaginare un rapimento. Nelle successive visite gli porta da mangiare, gli parla, gli ridà una speranza. La televisione racconta di questo Filippo rapito a Milano. Così Michele capisce. Arriva a casa tale Sergio (Abatantuono), il "milanese" che tira le fila. Tutta la famiglia è implicata. Ma il cerchio si stringe, gli elicotteri girano. Il panico sopraggiunge. Occorre sopprimere l'ostaggio. Michele corre per salvarlo.

Martedì 5 novembre
- Rai 2, ore 22:45
Bates Motel, 1 stagione, Con Freddie Highmore, Max Thieriot, Mike Vogel, Nestor Carbonell, Nicola Peltz. Formato Serie TV, Horror, durata 60 min. - USA 2013.

La serie è basata sui personaggi del romanzo Psycho di Robert Bloch.

La storia s'incentrerà sull'infanzia e sull'adolescenza di Norman Bates. Scaverà a fondo nel suo rapporto con la madre e con il suo violento amante fino a far comprendere come queste relazioni sbagliate abbiano influenzato il suo essere adulto, tanto da farlo diventare il più noto serial killer proprietario di motel nella storia.

Mercoledì 6 novembre
- Iris, ore 11:40
La solitudine dei numeri primi, di Saverio Costanzo. Con Alba Rohrwacher, Luca Marinelli, Martina Albano, Arianna Nastro, Tommaso Neri. Drammatico, durata 118 min. - Italia, Francia, Germania 2010.

Dal romanzo di Paolo Giordano.

Alice e Mattia. Coetanei a Torino. Bambini le cui coscienze sono attraversate da un trauma profondo che non li abbandonerà mai. Alice e Mattia. Si conoscono. Potrebbero amarsi. Si separano (lui accetta un incarico in Germania e lei si sposa). Potrebbero ritrovarsi se consentissero a se stessi ciò che si sono sempre in qualche modo vietati.

- Italia 1, ore 21:10
Tata Matilda  e il grande bottodi Susanna White. Con Emma Thompson, Maggie Gyllenhaal, Rhys Ifans, Maggie Smith, Asa Butterfield. Titolo originale Nanny Mcphee and the Big Bang. Commedia, durata 109 min. - Gran Bretagna, Francia, USA 2010.

Tratto dalla serie Tata Matilda di Christianna Brand. 

La bambinaia delle emergenze, che resta quando non la vuoi e se ne va quando vorresti che restasse, bussa con la sua oscura silhouette alla porta di Isabel Green, giovane madre di tre figli che lotta per mandare avanti la fattoria nonostante il marito in guerra, il cognato pronto a tutto per farle vendere la proprietà, un lavoro frustrante presso una negoziante con frequenti crisi di senilità, il guardiano del villaggio che minaccia la possibilità di un bombardamento e i due cuginetti di città, viziati e incipriati, venuti per scatenare una guerra tra piccoli, come se quella dei grandi non bastasse.

Giovedì 7 novembre
- Iris, ore 23:40
Un marito ideale, di Oliver Parker. Con Minnie Driver, Rupert Everett, Julianne Moore, Jeremy Northam, Cate Blanchett. Titolo originale An ideal husband. Commedia, durata 96 min. - Gran Bretagna 1999.

Dall'opera di Oscar Wilde.

Sir Robert Chiltern è un uomo politico di successo e un marito ideale per la seducente Lady Chiltern. Tutto procede per il meglio fino a quando compare la signora Cheveley che è a conoscenza di alcuni segreti riguardanti il passato del gentiluomo. Timoroso di perdere la sua reputazione e soprattutto l'amore della sua bella moglie, Sir Chilthern si rivolge a Lord Arthur Goring, donnaiolo amante della libertà e della vita mondana. Quest'ultimo si troverà al centro di una rete di bugie, inganni e convegni amorosi che metterà a repentaglio ciò a cui crede di più: il celibato. In fondo anche lui potrebbe diventare un marito ideale proprio come il suo amico.

Venerdì 8 novembre
- Canale 5, ore 21:10
La papessa, di Sönke Wortmann. Con Johanna Wokalek, David Wenham, John Goodman, Iain Glen, Anatole Taubman. Titolo originale Die Päpstin. Drammatico, durata 149 min. - Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna 2009.

Basato sul romanzo di Donna Woolfolk Cross.

Nata nell'inverno dell'814 d.c., Johanna è la figlia indesiderata del prete del villaggio, che investe il suo tempo a istruire i figli maschi e a battere la consorte. Ostinata e decisamente illuminata, Johanna viene notata dal maestro greco Esculapio che, vincendo la ritrosia paterna, asseconda ed educa la sua sensibilità. Ma la partenza dell'anziano saggio, rigetterà la fanciulla al suo destino di donna, almeno fino a quando Johanna non si darà alla fuga, scegliendo per sé un diverso avvenire nella scuola della cattedrale di Dorstadt. Protetta dalla nobiltà del Conte Gerold, avvierà, tra gelosia e dileggio, i suoi studi. Invaghitasi di Gerold, proverà a resistere a quel sentimento votandosi ai libri e alla cultura ma la guerra e la crudeltà delle irruzioni sassoni li separeranno. Johanna, costretta a risolvere la propria sorte e indossati abito e identità maschili, troverà riparo nel monastero benedettino di Fulda, dove verrà edotta nell'arte medica e nella teologia col nome di Johannes Anglicus. La paura di essere scoperta e punita come impostore la porterà infine a Roma, dove la sua dedizione ai malati e gli incredibili successi professionali non passeranno inosservati. Condotta al talamo di Papa Sergio, afflitto dalla malattia, ne diventerà presto medico e consigliere. Scampato alla morte il Santo Padre, poi avvelenato da vescovi invisi, il monaco guaritore è destinato ad occupare il seggio di Pietro. L'incontro inaspettato con Gerold e la congiura di chi brama a deporla, lambiranno e minacceranno l'autorità spirituale del "Papa Populi".

Alla prossima
Eliza

Nessun commento:

Posta un commento

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^