Chi ben comincia... #52

Buongiorno amici lettori!
Come vi avevo anticipato ieri, oggi ritorna la rubrica Chi ben comincia... con una piccola rivisitazione, al posto di un libro preso a caso prenderò il libro che sto leggendo e ve ne proporrò l'inizio! Spero che Alessia non me ne voglia per questa piccola variante...

*****

Chi ben comincia... è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:


- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria (io prenderò il libro che ho in lettura, ma voi sentitevi liberi di prendere quello che volete!)
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

*****

Il libro che sto leggendo ora è Love Game di Rossella Leone. L'ho appena iniziato, quindi non vi posso dire ancora nulla, ma intanto ecco l'incipit...


Quel giorno Katia si sentiva più agitata del solito.
– Siamo arrivate! – gridò gioiosa la compagna di viaggio, sbattendo con forza la portiera.
– Non è magnifico qui? – esclamò poi correndo esultante sullo spiazzo erboso. Katia la raggiunse senza troppo entusiasmo. Il lieve senso di disagio provato fino a poco prima si trasformò in marcata angoscia quando si guardò bene intorno:, erano nel cuore della Svizzera, tra montagne puntute e boschi intricati. Intorno a loro, a parte un manto innevato e qualche scoiattolo, il nulla. Non c’era traccia di civiltà per molti, molti chilometri. Troppi.
– Ylaria, dove siamo di preciso? – domandò allarmata. La sua voce risuonò sinistra come il grido di un uccello spaventato.
– Stai tranquilla. Nessun orso ti attaccherà. Dovrebbero già essere tutti in letargo – l’informò seria l’amica, imboccando con scioltezza un viottolo seminascosto da un gruppo di alberi. Da quello che poteva vedere – ed era ben poco – la stradina saliva verso l’alto serpeggiando lungo una collina.
E poi la sua mente si cristallizzò su un dettaglio: Orsi? C’erano degli orsi in quel luogo sperduto?
Senza pensarci si precipitò a rotta di collo verso la compagna guardandosi le spalle con febbrile, ritmica circospezione. Di fronte alla sua espressione atterrita l’amica scoppiò in una fragorosa, forte risata e poi scartò in avanti, distanziandola di qualche metro.
– Sei la solita credulona! – la motteggiò da quella distanza di sicurezza, mimandole smorfie di scherno.
Katia trasalì. – Mi hai preso in giro! – constatò incredula, per metà offesa e per metà sollevata.
– Lascia che ti acchiappi e me la pagherai! – la minacciò ridendo, inseguendola con foga per l’irto sentiero.
Iniziarono a correre spensierate. Katia s’impegnò al massimo per stare dietro a quel corpo scattante ma la neve era come una corda tesa che rallentava i suoi passi e l’aria fredda le sferzava la faccia ricacciandola indietro. Fu una guerra impari contro tutti gli elementi della natura e quando, esausta, raggiunse l’amica, aveva il fiato troppo corto e le gambe troppo fiacche per acciuffarla. Ma, oramai, non aveva più importanza.
– Ci siamo! Ci siamo! – l’informò raggiante Ylaria, raggiungendola.
– Non è bellissimo?

Alla prossima
Eliza


CONVERSATION

2 commenti:

  1. Sono sempre a caccia di chick-lit e questo non sembra male :)
    Ne parlò anche Mel di Thebookshelf...
    Aspetto di sentire anche il tuo giudizio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le prime pagine sono carine, la storia mi piace sembra un po' diversa dal solito, vediamo come prosegue! ^^

      Elimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top