Follow Us @biblio_eliza

12 febbraio 2014

"Silver" di Kerstin Gier

Buongiorno amici lettori!
Ve ne ho parlato tanto, ho fatto il countdown, vi ho fatto sanguinare le orecchie a forza di dirvi che non vedevo l'ora che uscisse! Ebbene si, oggi vi propongo la recensione di Silver di Kerstin Gier, primo libro della Trilogia dei sogni! Così poi non ne parlerò più... per un po'!^^


Silver (Trilogia dei sogni #1) 
di Kerstin Gier 
Ed. Corbaccio 
pp. 323 
Ebook € 9,99 
Cartaceo € 16,40
TRAMA

Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano... I sogni di Liv Silver negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in una inquietante cerimonia esoterica. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante - persino più inquietante di un cimitero di notte - è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere...

RECENSIONE
Kerstin Gier è tornata!! Dopo la lettura di Red, Blue e Green mi era mancata quest'autrice e soprattutto l'atmosfera che riesce a creare nei suoi libri. Non vedevo l'ora di aver tra le mani questo libro. Speravo proprio di ritrovare l'atmosfera misteriosa e un po' folle che già avevo trovato nella Trilogia delle gemme e anche una protagonista un po' sui generis, ma che alla fine è perfetta. In Silver mi sono sentita a casa, ho avuto i chiari punti di riferimento che sono tipici della narrazione della Gier, compresa una protagonista allegra e frizzante, un po' maschiaccio. Olivia, Liv per gli amici, vive con la sorellina Mia, la madre e una bambinaia tedesca, Lottie, che è più una seconda madre per le ragazze. Liv e Mia oltre che affrontare il divorzio dei genitori sono, a causa del lavoro della madre, sballottate qua e là per i 5 continenti. Londra sembra essere un punto di svolta, finalmente un luogo dove mettere radici e smettere di fare valige e scatoloni. Sembra appunto, perché la madre delle ragazze, con una nonchalance disarmante, al loro arrivo sul suolo inglese le informa che non solo frequenta Ernest Spencer ma che presto si sarebbero tutti trasferite, cane compreso, a casa Spencer, a formare un'allegra famiglia con Ernest e i suoi due figli gemelli, Florence e Grayson. Neanche a dirvi la reazione di Liv e Mia. Liv presto conosce Grayson e i suoi migliori amici Henry, Arthur e Jasper. Alla ragazza è però subito chiaro che i quattro nascondono un segreto, anche perché anche lei inizia a fare strani sogni, particolarmente vividi, in cui li incontra e parla con loro. Quale sarà questo segreto? L'amore per il mistero e gli enigmi e una sana dose di curiosità spingeranno Liv ad indagare!

Appena letti i primissimi capitoli già mi ero affezionata a Liv e alla sua famiglia (tranne alla madre...grrr). Liv e Mia sono assolutamente adorabili e buffe, sempre pronte a scherzare e con la battuta pronta (a Gigina e Gigetta stavo per cadere dal letto a forza di ridere! Quando ci arrivere mi capirete!). Inoltre la Gier non si è dimenticata di mettere nella storia dei bei ragazzi e questa volta ce ne sono ben 4, tutti fantastici e tutti coinvolti nel mistero. Solitamente non amo i pupazzoni belli, anzi bellissimi, ma questa volta mi permetto l'eccezione perché non sono belli e basta, hanno un loro ruolo nella storia, e soprattutto hanno caratteristiche che spiccano. La mia iniziale simpatia per Grayson è continuata per tutto il libro, non so perché ho la sensazione che alla fine sia quello più furbo nel gruppo, anche se speravo in un altro ruolo per lui, soprattutto rapportato a Liv. Si insomma, speravo che tra loro ci fosse qualcosa di più, e invece mi spunta fuori un Henry che zitto zitto si fa avanti. Veramente, all'inizio non ci credevo, anzi pensavo ci fosse qualcosa sotto (oramai vedo complotti dietro ogni pagina...starò diventando paranoica??), ma a questo punto mai dire mai con la Gier ( ci ricordiamo le sorprese di Green??)  e vedremo nel seguito.

Passiamo al succo della storia, i sogni. Mi è piaciuta molto l'idea delle porte personalizzate e del passare per i sogni degli altri. Mi ha ricordato per altro Sailor Moon  e il mistero dei sogni... Non so se avete presente! Liv si ritrova in questa sorta di mondo parallelo, quello onirico appunto, e qui conosce meglio gli altri ragazzi e scopre anche le sue paure. Mi ha colpito che lei trovi tutto molto naturale, non si spaventa, almeno all'inizio, di sogni così particolari. E' infatti una scettica per natura e anche nei punti più incredibili cerca il lato razionale dell'evento.
In alcuni momenti ho trovato forse un po' di confusione o comunque qualche collegamento che per me non è stato così immediato. Credo che possa essere dovuto al fatto che sia solo il primo libro di tre e che quindi non tutto sia subito chiaro. Tuttavia ricordo che con Red ero proprio rimasta a bocca aperta per quanto mi era piaciuto, qui secondo me siamo un mezzo gradino sotto rispetto alla storia Gwen. Spero che con il secondo e il terzo la Gier mi smentisca e mi faccia saltare per la gioia di aver letto questa trilogia ( e farò ammenda!).

Ultimo appunto. Nella storia troviamo qua e là le pagine di un blog sui pettegolezzi della scuola tenuto dalla misteriosa Secrecy. Fa un po' Gossip Girl, però mi è piaciuta come idea, soprattutto perché so che Mia, che vuole indagare, ci darà delle gioie e ci farà morire dal ridere!
Il finale non è aperto, di più! E so già che continuerò a cercare notizie sull'uscita del secondo libro (che, se non ricordo male, uscirà in Germania il 26 giugno... Quindi fortunato chi sa il tedesco, io dovrò aspettare...).

Kerstin Gier ha fatto nuovamente centro con questo libro, discostandosi un po' dalla Trilogia delle gemme, ma mantenendo alcuni aspetti caratteristi delle sue storie. Mi ha letteralmente presa all'amo e catturata... un'altra serie di cui non potrò fare a meno!

Voto...





Alla prossima
Eliza

14 commenti:

  1. Uffa!!! Ho troppe letture da smaltire, ma questo voglio leggerlo! E la tua recensione mi ha incuriosito ancora di più!!!! DEVO averlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sapevo che l'avrei preso subito, così mi sono organizzata per infilarlo subito subito tra una lettura e l'altra!

      Elimina
    2. Ma quando uscirà il prox volume della trilogia dei sogni?

      Elimina
    3. Caro/a anonimo/a, il secondo libro si intitolerà Gold e uscirà in Italia il prossimo autunno, a novembre se non ricordo male! Festeggiamo insieme!!!^^

      Elimina
  2. Possiamo dire allora che la Gier è una garanzia!
    Non vedo l'ora di leggerlo *-*

    RispondiElimina
  3. Ah molto bene! Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  4. Ciao Eliza, che bello sono contenta ti sia piaciuto!!! Come sai l'ho appena inserito nel mio scaffale ma... Green ha la precedenza perché ancora non l'ho letto ^^ Sono contenta che l'autrice abbia mantenuto quel tono ironico e disincantato che ha dominato la Trilogia delle Gemme e che mi haz proprio conquistata ;-) Non vedo l'ora di leggere anche questo nuovo lavoro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello Green... Lo vorrei tanto rileggere, però già sapendo tutto non vorrei rovinarmi il "ricordo" del libro... ^^

      Elimina
  5. Uahu ! Non vedo l'ora di leggerlo anch'io ^^
    Ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi leggi!!! E poi fammi sapere se ti è piaciuto!!^^

      Elimina
  6. Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto, la pensiamo uguale!!!! Sarà che sono prevenuta, perché la trilogia delle gemme è stata una bomba secondo me, ma io darei un 5/5 e personalmente adoro Henry :) in alcune parti assomiglia molto a Usui di Kaichou wa maid sama (un anime dolcissimo) per cui mi piace ancora di più!!!

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto, la pensiamo uguale!!!! Sarà che sono prevenuta, perché la trilogia delle gemme è stata una bomba secondo me, ma io darei un 5/5 e personalmente adoro Henry :) in alcune parti assomiglia molto a Usui di Kaichou wa maid sama (un anime dolcissimo) per cui mi piace ancora di più!!!

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^