"Non cercarmi mai più (ma resta ancora un po' con me)" di Emma Chase

Buon lunedì amici lettori!
Come avete passato la domenica? Io mi sono rilassata. Poi questa notte mi sono alzata per guardare gli MTV Movie Award, commentandoli con  Daniela del blog Pazze Booklovers e Giusy. Ci siamo divertite un sacco! Il bello dei social network!^^

Inizio la settimana con la recensione di un libro molto chiacchierato. Mi ha spinta mia sorella a leggerlo, dicendo che era divertentissimo. Dopo una serie di urban fantasy avevo bisogno di un cambiamento di tono e così mi sono butta nella lettura di Non cercarmi mai più (ma resta un po' con me) di Emma Chase.


Non cercarmi mai più (ma resta ancora un po' con me) (Tangled Trilogy #1) 
di Emma Chase 
Ed. Newton Compton 
pp. 320 
Ebook € 4,99 
Cartaceo €9,90
TRAMA

Drew Evans è bello e arrogante, fa affari multimilionari nella società di famiglia e seduce le donne più belle di New York con un semplice sorriso. Allora perché è stato per sette giorni con le imposte chiuse nel suo appartamento, triste e depresso? Lui risponderebbe che è colpa dell'influenza. Ma noi tutti sappiamo che non è proprio la verità. Katherine Brooks è brillante, bella e ambiziosa. Quando Kate viene assunta come nuova associata presso l'impresa di investimento bancario del padre di Drew, il focoso playboy entra in tilt. La competizione professionale che si stabilisce tra i due mette in crisi Drew, l'attrazione per lei è fonte di distrazione.


Prima di iniziare con la recensione vera e propria vorrei aprire una piccola parentesi sul titolo. Quello scelto per la versione italiana lo trovo inutilmente lungo e complicato (tanto è vero che non mi ricordo mai il titolo per bene), in più poco significativo per il romanzo in se. C'entra? Si, ma non rappresenta il cuore della storia, o almeno il suo aspetto principale. L'originale Tangled (trad.  aggrovigliato, ingarbugliato, incasinato) è molto più adatto. Ora capisco, fino ad un certo punto, la volontà di dare un titolo italiano, ma si poteva fare comunque riferimento al suo significato in qualche maniera.
Chiusa parentesi.

Bello, ricco, affascinante, incredibilmente sexy. In una sola parola (anzi due...) Drew Evans. Ah, dimenticavo, arrogante, egocentrico, bastardo, con l'idea fissa di sollazzare il proprio... Si insomma avete capito! Sex and the city ci ha fatto conoscere il mondo del sesso dal punto di vista squisitamente femminile, Emma Chase, invece, apre letteralmente in due la testa (dura) di Drew Evans per mostrarci il mondo dal punto di vista maschile. E cosa scopriamo? Beh, in realtà poche novità, tante conferme. Due piccoli esempi:

"Gli uomini hanno in testa il sesso più o meno 24 ore su 24. Per la precisione, ci pensano ogni 5,2 secondi, o qualcosa del genere".
"Il sesso è un sollievo puramente fisico. Ecco tutto. O almeno, per i maschi è così".

Le perle di saggezza di Drew viaggiano su questo tenore. Se siete tentate, care fanciulle in lettura, di prendere un tacco a spillo, non per fare qualche giochino dei suoi, ma per piantarglielo in fronte, fermatevi!! Perché non potrete non ridere davanti alle avventure di Drew e al suo disperato tentativo di resistere all'influenza, comunemente nota come Amore (si maschietti cari, quello con la A maiuscola!). Nella vita del nostro "troppo pieno di se" Drew si catapulta infatti Kate: bella, sexy, intelligente. Eh si, Drew ha trovato pane per i suoi denti, soprattutto quando capisce di essersi innamorato della bella e impegnata Kate.

Parto col dire subito una cosa, non è un capolavoro. O meglio, non lo è al livello di quello che si legge in giro. Ha i suoi difetti, a partire da una storia che, sfrondata di battutine e scene piccanti, alla fine poco è. Ha un suo inizio, un fase di travagliata ricerca della conquista e una finale scontato e ovvio. Ma aspettate a buttare nel pattume la vostra copia ancora non aperta!
La poca originalità della storia è una cosa che mi aspettavo, non ci passo sopra ma me ne faccio una ragione. La vera spinta di questo libro è il suo protagonista. Drew sa chi è, sa cosa vuole e sa quanto vale. Non si nasconde dietro una patina di perbenismo, chiama le cose col suo nome, è sincero. A volte pure troppo. Diciamo che più volte le sue parole si muovono pericolosamente sul confine tra ciò che è reale e schietto e il cattivo gusto. E' però stata un'esperienza interessante vedere il mondo femminile con i suoi occhi e accorgersi di quanto noi povere donne ci facciamo delle paranoie inutili. Mi è piaciuto inoltre il rapporto diretto che Drew ha col lettore: ci parla, lo coinvolge, spiega  e da suggerimenti. Un botta e risposta divertente e interessante che dà un bel ritmo al racconto. Il cuore puoi fa un balzo quando Drew ci presenta sua nipote. Sono veramente teneri insieme.
Kate mi è piaciuta, soprattutto nei suoi momenti di resistenza davanti ai tentativi di Drew. E', passatemi il termine, una donna con le palle, che vive appieno la vita e che non vuole scendere a compromessi.

Lo stile è quello di un romanzo rosa, leggero, scorrevole, divertente. Niente di stupefacente, ma piacevole. Vi avverto: c'è una sovrabbondanza del termine sexy, che dopo un po' fa ballare l'occhio dal nervoso...

In conclusione, è una lettura carina, di pausa, ma soprattutto è utile per farsi una bella risata!

Voto...




Alla prossima
Eliza





CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top