Follow Us @biblio_eliza

11 febbraio 2016

Recensione: Curtun. Il segreto degli Etruschi - Lucia Tilde Ingrosso

Buon giovedì amici lettori!
E' da sabato che non mi faccio viva qui sul blog, ma non vi preoccupate non sono stati giorni persi, ho letto e tramato insieme alle altre Lgs per qualche progetto futuro. Quindi direi che è il momento per una nuova recensione. Il libro di cui vi parlerò mi è stato gentilmente inviato dalla Salani. E' uno YA particolare e affascinante che ha nel suo centro gli Etruschi... Ok, ora capite perché mi ha incuriosito? Si tratta di Curtun. Il segreto degli Etruschi di Lucia Tilde Ingrosso.


Titolo: Curtun . Il segreto degli Etruschi
Serie: #1
Autore: Lucia Tilde Ingrosso
Editore: Salani
Pagine: 296
Ebook: € 9,99
Cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione:  21 gennaio 2016
Link Amazon: Curtun. Il segreto degli etruschi

TRAMA

Arianna ha 17 anni, una nuvola di capelli rossi e un'amica, Paola, piena di piercing. Non ha una madre, un fidanzato e una grande fiducia in se stessa. Da qualche mese, con il padre, da Roma si è trasferita a Cortona, dove si divide fra gli amici, le uscite in motorino e lo stage al museo etrusco. Finché nella sua vita irrompe Ruggero, misterioso ragazzo dall'irresistibile sguardo giallo-verde da gatto. Da quel momento, ad Arianna accade di tutto: statue che prendono vita, assalti di rapaci notturni, inseguimenti nei sotterranei del museo. E un'improvvisa popolarità con i compagni di scuola. In un crescendo di suspense, gli interrogativi si moltiplicano. Perché Ruggero sembra evitarla? Che cosa nascondono Emilio e Lucilla, inquietanti gemelli romani? Che cosa c'entra con lei un storia d'amore e di sangue di trent'anni prima? Ma, soprattutto, chi era davvero sua madre e quale pesante eredità le ha lasciato? Tra avventure e pericoli, sfide é rivelazioni Arianna dovrà scegliere fra l'amore e la propria natura, e affrontare un terribile scontro finale che potrebbe cambiare non solo il suo destino, ma anche quello dell'intera umanità. 



In questi anni grazie soprattutto a serie come Percy Jackson la storia, la mitologia e l'archeologia hanno fatto il loro ingresso nella letteratura per ragazzi. Mai finora però mi era capitato di imbattermi negli Etruschi, un popolo dalle origini misteriose, che ha dato tanto al mondo romano conquistatore. Non vi preoccupate, sicuramente l'archeologa che è in me in questa recensione farà capolino ma vi prometto che cercherò di tenerla a bada. Gli Etruschi dicevamo... un popolo dalle origini misteriose (chi dice orientali, chi autoctone, chi propende per una mescolanza di genti), fortemente legato ai misteri naturali e alla divinazione (non a caso Roma è nata proprio in seguito ad un rito di fondazione). Un popolo quindi affascinante ma che è sempre stato messo in ombra dall'avanzata  della conquista romana. In questo libro l'autrice riporta a galla il fascino e il mistero del popolo etrusco inserendolo in una storia avventurosa, con una giovane protagonista, Arianna, un misterioso ragazzo dagli occhi di gatto (smettete di cantare!!), Ruggero, una vicenda di sangue di 30 anni prima e uno scontro millenario.
La storia mi è piaciuta molto perché propone avventura e mistero ma in un contesto concreto e reale, che anzi ci mostra in tutti i suoi scorci, strade, piazze. E' un racconto fortemente radicalizzato nel territorio in cui si svolge la vicenda, in quella Cortona tanto bella quanto particolare per la sua storia, il suo clima e la sua conformazione. Seguiamo Arianna in tutti i suoi spostamenti che, proprio come una guida, ci mostra, anzi direi ci indica, tutto ciò che di bello e particolare c'è, ma anche le cose più normali come l'edicola, il parco e via dicendo. La città in questo libro è viva e attiva, diventa una nuova protagonista e come tale la tratta l'autrice, non la rilega a mero paesaggio o sfondo. Si nota poi una accurata ricerca storica e archeologica con la città (dove ricordiamo l'autrice ha abitato) e gli Etruschi come punto focale. Ora, i miei studi di etruscologia sono di qualche annetto fa ma mi sono perfettamente trovata nei racconti, nei miti e nei fatti che qui vengono raccontati. Attenzione però: non ci si sente affatto davanti ad una lezioncina, è tutto ben amalgamato e ben presentato. Il mito e la storia sono dosati bene e l'equilibrio con la fantasia e il mistero portano il lettore a leggere sempre di più.
Mi è piaciuta molto l'idea di inserire una storia recente, un fatto di cronaca locale che aiuta Arianna ad avvicinarsi alla realtà e a capire quello che sta succedendo. In fondo questo fatto, i due giovani amanti che le famiglie vogliono dividere e la morte misteriosa del padre di lei, può sembrare un fatto qualunque, un episodio di cronaca nera che anche oggi leggiamo nei giornali. Eppure ha un ruolo fondamentale in una storia che tanto normale non è e che anzi è magica. Non è bellissimo quando la realtà ci porta dritti dritti nel mito?!
Quello che mi ha un pochino spiazzata è che non vi ho riconosciuto una storia per ragazzi. O meglio, lo stile, il racconto, l'idea generale sono un perfetto mix di avventura, azione e mistero che sicuramente attirano sia un pubblico più giovane che un po' più adulto; tuttavia alcuni elementi non me lo fanno pensare un libro adatto ai giovanissimi. Su Amazon lo consigliano come adatto ai ragazzi dai 12 ai 16 anni, ecco io lo penserei ( badate bene, a sensazione mia) per un pubblico dai 14/15 anni in su, se non altro per alcune scene un pochino più forti (si ma non immaginatevi cose truculente) ma anche per la stessa età dei protagonisti che vanno dai 17 anni in su.
Non mi ha convinta molto la protagonista Arianna. Nella prima parte del racconto si, curiosa, particolare, con questa vena leggermente malinconica dovuta al passato e anche alla sua vita quotidiana con un padre assente. Il problema per me nasce quando Arianna scopre chi è e a chi dovrebbe andare la sua fedeltà. Ci sono rimasta male, lo ammeto, prende una posizione non perché lo sente ma solo perché il fato o chi per lui ha scritto così. Si vede che anche lei non ne è convinta eppure aiuta chi palesemente non dovrebbe. Mi sono sentita un po' tradita da lei.
In conclusione, se siete in cerca di avventure e misteri ma volente anche qualcosa di particolare date un'occasione  a questo libro.

Voto


Alla prossima



2 commenti:

  1. E' la prima recensione che leggo, e mi fa piacere sentirti abbastanza positiva, dal momento che, almeno un po', il romanzo mi interessa senz'altro! ^____^
    Spero che il cambiamento della protagonista non debba finire con l'apparire troppo forzato anche a me... mi dispiacerebbe, anche perché devo ancora trovare il romanzo fantasy italiano per ragazzi dotato di un'eroina coerente e credibile fino alla fine! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La protagonista per me è stata la vera nota stonata, non mi sono ritrovata a simpatizzare per lei e sul finale mi ha fatto venire i nervi. Ma la storia e 'idea sono così particolari che mi hanno proprio affascinata :)

      Elimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^