#20 Ti consiglio un libro... che parli di libertà

Buongiorno lettori!
Torna oggi l'appuntamento con la rubrica Ti consiglio un libro nata dalla collaborazione e dall'amicizia con Dany di Un libro per amico, Laura La Libridinosa e Salvia di Desperate Bookswife. Visto che questa è stata la settimana del 25 aprile io e le ragazze, che di tanto in tanto sappiamo essere anche serie e profonde, abbiamo pensato di consigliarvi un libro che parli di libertà!



Titolo: Sulla pelle viva. Come si costruisce una catastrofe: il caso Vajont.
Autore: Tina Merlin
Editore: Cierre Edizioni
Pagine: 196


Anche per questo appuntamento non è stato facile riuscire a trovare un libro, perchè di libri sulla libertà non ne leggo molti e quelli che ho letto avevano sempre qualcosa che non mi spronava a consigliarli. Ma alla fine, spulciando in libreria, ho recuperato questo libricino che non in molti conoscono, su un evento che non molti ricordano, il disastro del Vajont. Vi starete domandando: no scusa ma la libertà? Che c'entra? Beh, quella raccontata dalla Merlin è una storia di soprusi belli e buoni ai danni di una comunità ai tempi purtroppo inerme di fronte allo strapotere di uno Stato e di una grande società. E' la storia di come la libertà di vivere nelle proprie terre, di essere una comunità e di portare avanti le proprie tradizioni sia stata spazzata via non solo dalle acque di un maledetto lago artificiale che lì non doveva esserci, ma anche dalla frode e da leggi non applicate. Ma è anche la storia di come si sia cercato di bloccare la libertà di stampa senza successo. Io è un libro che a chi sia un un po' interessato alla storia del nostro strano paese consiglio sempre...

E ora vediamo i consigli di Laura, Salvia e Daniela!

Alla prossima




CONVERSATION

11 commenti:

  1. ehi!!! ma sai questo libro lo devo consigliare a Burro? grazie :-)

    RispondiElimina
  2. Ho conosciuto il disastro del Vajont e le nefandezze compiute in quella zona scrivendo la tesi, e ricordo Tina Merlin. Ottima scelta Laura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Io non sono di quelle zone, ci sono stata solo di passaggio, ma la storia del Vajont, del suo prima e del suo dopo, mi ha molto colpita

      Elimina
  3. Non conoscevo questo librino, ottimo consiglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero venga letto tanto perché è una storia che colpisce molto e che va ricordata.

      Elimina
  4. Sono friulana e non mi è difficile raggiungere la diga del Vajont. D'estate mi piace fare delle gite in montagna e il Vajont non manca mai nei miei itinerari. Non conoscevo questo libro ma me lo procurerò presto. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una zona splendida, che ho potuto vede solo una volta, diversi anni fa quando ero piccola. Leggere ora da adulta cosa è successo e come ci si è arrivati fa venire i brividi. Io te lo consiglio assolutamente, a maggior ragione perché puoi vedere quei luoghi coi tuoi occhi!

      Elimina
  5. Libro bellissimo, e oltretutto scrittrice di quelle toste, con una storia personale piena di coraggio (era staffetta partigiana). Il libro viene citato anche da Marco Paolini nel bellissimo spettacolo "Vajont", che consiglio a tutti.

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top