Clock Rewinders #35

Buongiorno lettori!
Siete già in preparazione per il Cenone di domani sera? Io assolutamente no. Il mio intento è quello di conquistare il divano, evitare Canale 5 e Rai Uno e possibilmente mettere su un film, chiudere gli occhi e risvegliarmi a mezzanotte bella che passata. Bel piano eh? Mi spiace ma Capodanno non lo reggo, tira fuori il peggio di me. 
Ma visto che dicembre è praticamente finito vogliamo non vedere che mese è stato con il Clock Rewinders? Piccola anticipazione è stato un mese di m... melma, ovvio che volevo dire melma!

LE MIE LETTURE DI DICEMBRE
Tanto belli i mesi precedente, come pessimi quelli estivi, tanto deludente è stato dicembre. Tra seggio, influenza, Natale e Capodanno ho letto poco e facendo un gran fatica, costringendomi a leggere anche solo poche pagine ad orari infami. Tradotto: Dicembre è stata proprio una gran fregatura.

Tristezza e amarezza... solo 6 libri, di cui tre molto brevi.

NUOVI INGRESSI
(anche detti: e voi dove vi metto?)
Pochi ingressi a Dicembre nella mia libreria, ma tutti bellissimi, quindi sono molto soddisfatta. Sono tutti regali e io sono tanto tanto felice!


Per Natale Sorella mia, non quella vera ma quella siculo-lombarda-un-po'-fiorentina-che-vuole-trasferirsi-in-Finlandia, meglio nota come Laura, mi ha fatto un triplice regalo libro: Ogni giorno ha il suo male di Antonio Fusco, Non è stagione e 7-7-2007 di Antonio Manzini, tutti con dedica... a  Laura alias Letizia... Poi una non deve perdere la pazienza! 
Qualche settimana fa mi sono beccata l'influenza, ero uno straccio, praticamente vivevo in simbiosi con l'antibiotico e Padre, tanto buono, tornando a casa mi ha portato una piccola sorpresa: Era di Maggio di Antonio Manzini, che cercavo giusto qualche giorno prima senza successo. Così ho tutta la serie dedicata a Rocco Schiavone e tutta quella del commissario Casabona!
Infine, non ho ancora capito bene come, ho vinto il giveaway di Natale di Noemi di Emozioni di una Musa. Potevamo scegliere un libro tra una serie proposta e io mi sono portata a casa L'ultimo treno per Istanbul di Ayse Kulin.

Alla prossima


CONVERSATION

7 commenti:

  1. Cara Letizia, mentre sono in viaggio per la Finlandia, mi diletto leggendo questo tuo post... Onza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrettanto stella... e buon anno eh! XD

      Elimina
  2. Ciao! Se leggi L'ultimo treno per Istanbul fammi sapere com'è, lo guardo sempre e non mi decido mai a comprarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro non sa le primissime letture del 2017, ma nel corso dell'anno chissà ;)

      Elimina
  3. Voglio leggere pure io quello di Fusco.
    un bacio e tanto pandoro con crema al mascarpone a te
    Lea

    RispondiElimina
  4. Dai, almeno hai letto qualcosa! Meglio di nulla, no?

    RispondiElimina
  5. Cara Laura, il periodo non è dei migliori per le letture, non so tu ma io sto ancora rotolando!
    Sono felice che anche tu stia procedendo con la Gazzola e con Alice e che ti stia piacendo, come sai io la adoro ormai! Anche le entrate sono favolose, soprattutto quelle con dedica :)
    Ti auguro una buona fine ed un buon inizio e tante belle letture!

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^

Back
to top